Il Metaverso di Meta: visione o voragine finanziaria?

Meta, la società un tempo conosciuta come Facebook, sta affrontando tempi difficili nel suo ambizioso viaggio verso il metaverso.

Solo tre settimane fa avevamo appreso del licenziamento di un grande numero di persone impiegate nel progetto metaverso. Lo avevo annunciato su Linkedin con il seguente post:



Con Mark Zuckerberg al timone, la compagnia ha effettuato investimenti colossali in questo settore emergente e, nonostante il ridimensionamento della divisione metaverso, le perdite finanziarie non sono state lievi e si manifestano come una costante sfida. La divisione Reality Labs, il cuore pulsante delle iniziative in realtà aumentata (AR), virtuale (VR) e software relativo al metaverso, ha sostenuto perdite operative che toccano cifre vertiginose. Solo nei primi nove mesi del 2023, la divisione ha accumulato perdite per 11,5 miliardi di dollari, seguendo una traiettoria che potrebbe superare il già elevato record di 13,7 miliardi di dollari di perdite nel 2022.

Perdita operativa annuale della divisione Reality Labs di Meta. Analisi di statista.com

Guardando al passato, la posta in gioco di Zuckerberg sul metaverso ha già bruciato 10,2 miliardi di dollari nel 2021, 6,6 miliardi nel 2020 e 4,5 miliardi nel 2019, sommando quasi 50 miliardi di dollari in quattro anni. Questa tendenza ascendente delle perdite non sembra destinata a invertirsi nel breve termine. Nonostante Meta abbia implementato aggressive misure di riduzione dei costi, le previsioni per il 2024 indicano che le perdite operative di Reality Labs continueranno a crescere.

Le ricadute di questi investimenti sono già evidenti nei risultati finanziari generali dell'azienda. Nel 2022, il margine operativo di Meta è scivolato dal 40% al 25%, con un calo del profitto operativo da 46,8 miliardi di dollari nel 2021 a 28,9 miliardi l'anno seguente. Questo declino riflette anche le sfide che il business core di Meta — rappresentato da Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp — sta affrontando, compreso il rallentamento generale del mercato pubblicitario e la transizione verso i contenuti video brevi come i reels.

Nel contesto di un panorama finanziario complesso, le perdite della divisione Reality Labs diventano ancora più evidenti e pungenti, rappresentando una parte consistente del calo di redditività e non più mascherabili dalla crescita nelle altre aree di business principali.

Durante una conversazione con gli investitori l'anno scorso, Zuckerberg ha difeso con forza la sua visione a lungo termine:

"C'è ancora una lunga strada da percorrere per costruire la prossima piattaforma, ma stiamo chiaramente svolgendo un lavoro leader in questo campo. Questo è un impegno colossale e probabilmente richiederà diverse versioni di ciascun prodotto prima che diventino mainstream. Ma credo che il nostro lavoro sarà di importanza storica e getterà le fondamenta per un modo completamente nuovo di interagire l'uno con l'altro e di integrare la tecnologia nella nostra vita, oltre a costituire la base per il futuro a lungo termine della nostra attività."

In questo scenario, l'ottimismo di Zuckerberg si scontra con la realtà delle cifre.
Mentre il metaverso rimane un concetto rivoluzionario con potenziale di trasformazione, i risultati finanziari attuali sollevano domande impegnative sul quando e se questi investimenti genereranno i rendimenti attesi.

Posta un commento